Android2cloud e Chrometophone, inviare pagine web, da Android verso Chrome e da Chrome verso Android.




I due prodotti di punta del colosso Google in questo momento, sono senza dubbio il sistema operativo Android e il browser Chrome, sulla strada di diventare presto a sua volta sistema operativo con il nome di Chrome OS.

Android cresce in maniera esponenziale nel mercato degli smartphone, grazie al fatto di essere istallato i su tantissimi device dei produttori più affermati a livello internazionale come Samsung, LG, HTC, Motorola, mentre Chrome rosicchia giorno dopo giorno fette di mercato browser a Internet Explorer e soprattutto a Firefox, tanto che il browser di Mozilla si sta a sua volta trasformando nell'aspetto e nell'usabilità in Chrome per resistere alla concorrenza spietata di quelli che una volta erano i suoi maggiori supporter.

I due mondi devono convergere, quello di Android fatto di applicazioni (seguendo il modello di iPhone), e quello di Chrome fatto di estensioni e applicazioni web, devono incontrarsi per diventare commercialmente ancora più forti. Il primo passo viene fatto da due progetti ospitati entrambi dai server di Google Code: android2Cloud e ChrometoPhone .

Entrambe le applicazioni vanno installate sia sul dispositivo Android come applicazioni, sia su Chorme come estensioni e fanno la stessa cosa. Solo in maniera inversa.

Android2cloud invia un indirizzo web al browser Chrome facendo in modo che questi apra l'indirizzo che ha ricevuto in una nuova tab.

Chrometophone invia la pagina che stiamo visitando sul browser Chrome (cliccando il pulsante dell'estensione chrometophone) all'applicazione chorometophone su Android che la smista al browser di Android, se è una pagina web, a Maps se è una mappa.

E' facile prevedere che queste funzioni in un futuro prossimo saranno integrate nei browser di Android e Chrome senza bisogno di ricorrere a prodotti esterni e che oltre a pagine web e mappe sarà possibile inviare e ricevere file sia tramite internet (cloud), che tramite la rete formata da router, pc e smartphone.

E' anche possibile che il browser Chrome venga integrato in Android, almeno per quanto riguarda i tablet e che Chrome OS integri la possibilità di installare applicazioni Android.

Insomma i due mondi di Google, quello per smartphone e quello per pc, formato non solo da Chorme ma anche da Picasa (altro software che potrebbe essere integrato in Chorme), Google Desktop, Google Docs offline, vengano ad integrarsi sempre di più fino a formare un corpo unico e multifunzione, contrastando la tendenza all'eccessiva frammentazione dei prodotti Google di questi ultimi anni.

Foto | il Bloggatore

Archivio blog