JDownloader download nuova versione

JDownloaderJDownloader è senza dubbio il programma più amato per scaricare dalla rete. Torrent e Emule sono il passato! JDownloader è il nuovo che avanza (frase fatta) ma avanza veramente e velocemente. Quando è avviato scarica tutto dagli indirizzi che copi nella clipboard. Se copi un indirizzo di Youtube ti propone il download di ognuna delle possibili versioni di quel video: HD, 480, 360, flv ecc.
Se copi l'indirizzo di una immagine dal web lui ti propone di scaricarla e questo per qualunque file. Tanto che a volte diventa anche esagerato, forse seccante. Ma il meglio di se lo da con i siti di hosting file e file sharing. Tanto per intenderci quelli dove i cattivi pirati (uploader) o buoni samaritani (dipende dai punti di vista) vi caricano film, musica, giochi programmi, riviste, libri, tutto tutto, proprio tutto.


Fileserve, Filesonic, Netload, Uploading, Enterupload, Hotfile, Wupload, Depositfile e tantissimi altri sono come mammelle cariche di regali per tutti i bambini cattivi o che poverelli non potrebbero permettersi mai di possedere tutti quei costosissimi programmi, troppi film per pagare tutti i biglietti di cinema o affitto dvd, troppa musica per poterla pagare tutta!! Poi c'è anche il terzo componente di questa triade dello scarico: i forum e i siti dove trovi l'indirizzo delle mammelle, cioè dove far puntare il mastino JDownloader per scaricare gratis tutto. I più famosi sono Avaxhome.ws (sito internazionale) e gli italiani DDLHits  ddlfantasy, downloadzomeforum e tanti tanti altri. JDownloader oggi propone la sua nuova versione. Per scaricarlo vai a: http://jdownloader.org/

Google Cloud Print per tutti con la nuova versione stabile di Chrome

Con l'ultima versione stabile di Chrome (dev e beta channel da prima) non solo i possessori di notebook Chromebook ma chiunque utilizzi il browser di Google su un computer Windows, Linux o Mac potrà fruire di Google Cloud Print (GCP) per stampare foto, documenti, email e pagine web dal proprio computer, nella stampante di sua proprietà o in quella di un familiare, amico o collaboratore, ovunque si trovi, in un'altra stanza, un altro appartamento, un'altra città, on the go. Come se questa fossse collegata alla porta usb del proprio computer.

Visto l'apprezzamento di utenti e sviluppatori al progetto Google Cloud Print con 6 milioni di stampanti condivise, Goolge estenderà dai prossimi mesi lo strumento GCP a altri suoi prodotti e prevede un grosso successo per sé e per i partner che hanno inserito la funzione GCP nei loro sistemi di stampa e nei servizi applicativi.


Le stampanti condivise da anni sono una realtà, ma il parametro di instabilità/opportunità nel settore che comporta il peso commerciale di Google e la semplicità con cui la nuvola dell'onnipresente account Google si interfaccia alla stampante fisica, assieme alle opportunità della nuvola (cloud), preparata da Mountain View apre una evoluzione nel rapporto tra utente e stampa.

La "nuvola" che fa questo è pronta. Con Android è già possibile usare GCP con l'applicazione Google Docs, dal browser mobile e con tool di terze parti, e anche iOs offre questa possibilità. Sarà molto naturale e pratico condividere la stampante con un amico, un familiare o un collaboratore senza bisogno di configurare o installare niente a parte Chrome, nell'ambiente confortevole e sicuro (almeno apparentemente) dell'account Google.

Google Cloud Print viene utile tutte le volte che non si ha accanto la propria stampante (quasi sempre) ma si vogliono comunque stampare gli appunti per il lavoro, le email in arrivo, le fotografie, i libri che si vogliono leggere o sunti di essi in modo da trovarle pronte al ritorno a casa o su una stampante terza. Tutte strategie già usate da molti, soprattutto studenti e professionisti di internet ma che si potrebbero estendere a un pubblico molto più ampio, quello di Youtube, Google+, interessante sarebbe stampare i feed di Google reader, le email di Gmail e naturalmente i documenti di GDocs.

E' previdibile un futuro prossimo in cui conviveranno la stampa fai da te e i negozi di stampa (dove si stampa) che azzererà le distanze di trasporto fisico del prodotto cartaceo per esempio di libri e giornali  che verrebbe sostituito dalla coppia di fattori "stampa al bisogno" e cessione di diritti di stampa. In pratica editori di libri e di giornali potrebbero lasciare il compito della realizzazione "fisica" dei loro prodotti alle librerie e edicole stesse con stampanti fatte apposta per "stampare" il prodotto, un nuovo concetto di edicola dove non arriva il camion la mattina con il giornali, ma dove arrivano i contenuti dalla rete e questi una volta "preparati/stampati" vengono venduti al cliente finale che acquista il singolo prodotto o i singoli prodotti.

Si possono immaginare anche "negozi di stampa" automatizzati, cioè senza dipendenti, del tipo che infili una monetina - ma al giorno d'oggi sarebbe meglio un pagamento elettronico - e ottieni le tue stampe o le ritiri se le hai preparare in anticipo nella nuvola. Sicuramente verrebbe rinnovato il business delle tipografie aprendo loro nuove prospettive di guadagno come la stampa di giornali acquistati in rete dall'utente o dirittamente al negozio di stampa consultando un catalogo elettronico, libri digitali ecc; ma per fare tutto questo bisognerà assemblare nuovi tipi di stampanti facilmente ottenibili, pensando in modo mirato all'uso di tecnologie già esistenti, alcune delle quali sanno anche rilegare il prodotto con un risultato certamente attraente per l'utente.

E' da vedere se il nascente predominio dei "tablet" sulla lettura in genere e la conseguente vecchiaia della tecnologia "carta" non rilegheranno le stampanti e con esse la necessità della stampa ad un pubblico di soli professionisti e non dichiareranno la vittoria efinitiva dello schermo sul supporto cartaceo.

Photoshop gratis con un programma leggero


Interfaccia liberamente ispirata, funzioni ridotte ma simili, velocissimo ad avviarsi, supporta liveli, canali, storia, effetti, e ha due grandi pregi: è gratuito e tutti gli strumenti e funzioni stanno al posto dove li cercheremmo su Adobe Photoshop. Sto parlando di PixBuilder Studio (v.2.1, free) e se per lavoro o piacere dovere fare piccoli ritocchi alle foto e siete stanchi di dover usare il macchinoso e pesante Photoshop o uploadare sugli editor online come Aviary o Picnik, questo programma lo troverete molto utile.

Sono tante le situazioni in cui Pix Builder Studio non fa sentire la mancanza di Photoshop velocizzando il workflow senza limitarvi dal punto di vista della qualità e delle funzioni disponibili. Ad esempio ridurre le dimensioni di una foto, modificarne la saturazione e il contrasto senza avere necessità della perfezione, aggiungere semplici scritte e decorazioni, virare in bianco e nero o seppia, selezionare con i nostri amati lazo, bacchetta magica, lazo magnetico, lazo poligonare e tante piccole modifiche e aggiunte per cui Photoshop diventa seccante, impegnativo o lento.

PixBuilder Studio è realizzato da WnSoft Lts. e tra le altre caratteristiche abbiamo la possibilità di installare la versione portatile oltre a quella standard, stabilità e velocità anche con immagini a alte definizioni,la grafica vettoriale per creare forme, i requistiti minimi che sono, solo 512 MB di memoria e 1.4 Ghz di frequenza del processore.

Se si associa in fase di installazione (o successivamente) le estensioni dei file di immagini con PixBuilder Studio si può apprezzare il poco tempo che ci vuole a effettuare rapide modifiche per preparare le immaigni di blog, siti, documenti.

Scarica PixBuilder Studio 2.1

Photoshop gratis con un programma leggero


Interfaccia liberamente ispirata, funzioni ridotte ma simili, velocissimo ad avviarsi, supporta liveli, canali, storia, effetti, e ha due grandi pregi: è gratuito e tutti gli strumenti e funzioni stanno al posto dove li cercheremmo su Adobe Photoshop. Sto parlando di PixBuilder Studio (v.2.1, free) e se per lavoro o piacere dovere fare piccoli ritocchi alle foto e siete stanchi di dover usare il macchinoso e pesante Photoshop o uploadare sugli editor online come Aviary o Picnik, questo programma lo troverete molto utile.

Sono tante le situazioni in cui Pix Builder Studio non fa sentire la mancanza di Photoshop velocizzando il workflow senza limitarvi dal punto di vista della qualità e delle funzioni disponibili. Ad esempio ridurre le dimensioni di una foto, modificarne la saturazione e il contrasto senza avere necessità della perfezione, aggiungere semplici scritte e decorazioni, virare in bianco e nero o seppia, selezionare con i nostri amati lazo, bacchetta magica, lazo magnetico, lazo poligonare e tante piccole modifiche e aggiunte per cui Photoshop diventa seccante, impegnativo o lento.

PixBuilder Studio è realizzato da WnSoft Lts. e tra le altre caratteristiche abbiamo la possibilità di installare la versione portatile oltre a quella standard, stabilità e velocità anche con immagini a alte definizioni,la grafica vettoriale per creare forme, i requistiti minimi che sono, solo 512 MB di memoria e 1.4 Ghz di frequenza del processore.

Se si associa in fase di installazione (o successivamente) le estensioni dei file di immagini con PixBuilder Studio si può apprezzare il poco tempo che ci vuole a effettuare rapide modifiche per preparare le immaigni di blog, siti, documenti.

Scarica PixBuilder Studio 2.1

Skype condividere video Android


android picture.pngUscita la nuova versione di Skype per Android, versione 2.6 con l'aggiunta dell'attesa possibilità di inviare foto e video (anche file di qualsiasi genere) ai contatti Skype. Non è il solo miglioramento apportato da questa nuova versione, infatti pare siano stati risolti i problemi che causavano un eccessivo consumo di batteria, perché l'app gira sempre in background. Migliorata anche la qualità del video nelle videochiamate per i dispositivi che usano il chip NVIDIA Tegra 2.


Il tutto funziona sia su rete WiFi che 3g. La funzione videochiamata è stata estesa in pratica a tutti i dispositivi che fanno girare almeno Android 2.2, se non troppo datati. L'app dovrebbe aggiornarsi in automatico se avete installato una versione precedente altrimenti potete scaricarla dal market Android. Skype invita gli utenti a usare Twitter per avere ulteriori informazioni o richieste di supporto digitando @Skype o @SkypeAndroid e usando l'hashtag #SkypeTalks.

Exfm per Winamp e Android


Il team Winamp ha da poco annunciato l'aggiunta del social network Exfm tra i servizi online disponibili tramite il player Winamp. Allo stesso tempo Exfm ha annunciato il lancio dell'applicazione gratuita per dispositivi Android che va ad affiancarsi a quella già presente per dispositivi iOS.

Non avevo mai usato prima Exfm e devo dire che è un ottimo tool per scoprire nuova musica
e versioni nuove o poco conosciute di brani famosi. Non è necessario registrarsi per usare Exfm, ma se volete condividere quello che ascoltate dovete creare un account e associare gli account dei vostri profili social supportati.  La prima ricerca che ho effettuato con questo web player/tool di ricerca/condivisione musica è stata fatto usando il termine "hendrix", i risultati sono stati molto convincenti: video da Youtube, tracce audio da siti web, blog, insomma il bacino è molto ampio e ho anche trovato qualche gradita sorpresa, con versioni live che non conoscevo. La condivisione dei brani avviene tramite Facebook, Twitter, Tumblr ed Email, manca Google Plus, ma credo verrà aggiunta presto visto il successo del nuovo social di Google.

Per installare Exfm come servizio online su Winamp bisogna andare alla sezione "servizi online" che trovate nella barra di sinistra del player e cercare Exfm. Una volta installato il servizio questo si apre nel browser di Winamp, la prima schermata è una carrellata dei brani più ascoltati sul Exfm. Quando effettuiamo una ricerca, ci troviamo nella pagina risultati, molto simile alla versione web.

L'app per Android è gratuita - come quella per iPhone - e vi chiede subito di creare un account o di accedere se ne possedete uno. Dopo un breve tour con le istruzioni base per usare al meglio l'app. L'interfaccia è simile a tante altre applicazioni, ma è indirizzata più al fattore social, con i feed di tutti i profili che seguite su Exfm, e la possibilità di suonare la musica che avete in locale sulla vostra scheda di memoria e eventualmente condividerla.

In conclusione Exfm è un social a mio parere utile a chi ama la musica, molto più di Ping di Apple, anche se lo si usa senza il suo flavor social e solo per ascaltare musica. La quantità di brani a cui potete accedere è enorme e può benissimo sostituire Youtube, Last.fm e altri sul versante musica per l'ascolto di brani senza video.

Nuove Presentazioni migliorate per Google Documenti


Nel continuo miglioramento a cui sono sottoposti i prodotti Google interessanti sono le modifiche apportate a Google Docs che saranno rese accessibili a tutti gli utenti nei prossimi giorni (o settimane). La novità del momento è la nuova versione di Google Presentation con nuove animazioni e transizioni per competere anche con l'aspetto con il punto di riferimento Power Point che invece sembra innovare lentamente, forte però del suo immenso bacino di utenza che forse tanta voglia di cambiare non ce l'ha.


Se volete da subito sostituire la vecchia versione con la nuova Google Presentetion basta andare nelle impostazioni di Google Docs e spuntare la casella a riguardo, potete farlo seguendo questo link: https://docs.google.com/settings?id=docs

Se invece volete provare le nuove funzioni per giocarci un po', potete farlo dalla demo di Google Docs senza bisogno di accedere al vostro account o doverne creare uno se ne siete sprovvisti. Link Google Docs Demo.

Android, nuovo riconoscimento vocale di Ice Cream Sandwich anche su sistemi 2.2 e 2.3

Piccola ma interessante modifica al funzionamento del tool di riconoscimento vocale integrato nei sistemi Android. In pratica con le nuove librerie della versione 4.0 di Android le parole dettate vengono viste immediatamente all'interno del campo di testo e non si deve più attendere la chiusura della finestra con il logo animato del microfono che gli utenti di Android hanno imparato a conoscere con le precedenti versioni del tool. Questa piccola modifica rende il sistema di riconoscimento molto più pratico e veloce.


Scaricando la libreria e modificando gli opportuni fiel di configurazione queste nuove librerie girano su tutti i sistemi Android da Froyo 2.2 in poi. Di seguito trovate il link con tutte le istruzioni e l'articolo originale che ha ispirato questo post:
http://android-developers.blogspot.com/2011/12/add-voice-typing-to-your-ime.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+blogspot%2FhsDu+%28Android+Developers+Blog%29

WordPRess 3.3 Sonny download


WordPress SwagDopo appena due giorni dal rilascio di una versione release candidate 3, ecco il lancio della versione stabile di WordPress 3.3 nome in codice "Sonny" in onore al grande jazzista Sonny Still. Si tratta di uno di quelli che in gergo si chiamano major release, cioé un passaggio significativo da una versione all'altra che promette miglioramenti in quanto alla praticità d'uso per l'amministratore del sito o blog che l'andrà a installare, migliore sistema di upload e di importazione, navigazione generale.


In pratica dopo aver effettuato l'aggiornamento direttamente dal pannello di amministrazione del sito - ho provato sul mio sito di prova e ha richiesto solo qualche istante - e aver aggiornato i temi - ci si ritrova davanti a un ambiente di amministrazione simile al precedente che dunque non causa smarrimento ma indubbiamente la nuova edizione è più pratica da usare. Adesso i vari sotto-menù si aprono a nuvola al passaggio del mouse, sistema molto meno macchinoso del precedente. La toolbar di WordPress nella parte superiore della pagina è molto simile a quella degli account Google, somiglianza che diventa quasi copia se cliccate sul pulsante del proprio profilo situato nell'estrema destra della stessa. L'upload funziona con il migliorato drag-and-drop (finalmente).

Per quanto riguarda gli sviluppatori adesso devono fare riferimento al New Editor API e alla relativa documentazione.

La rivoluzione della chitarra elettrica di Gibson, USB, effetti on board, accordatura robot


Le chitarre più apprezzate e ambite da ogni chitarrista sono sicuramente le Fender Stratocaster e le Gibson Les Paul, veri gioielli splendenti della storia dei grandi artisti che le hanno usate quali, Hendrix, Clapton, Page, e tantissimi e "famosissimi" altri.

Ma vogliamo anche dirlo che sono strumenti progettati nella prima parte del secolo scorso e che, per quanto riguarda il loro progetto originale, hanno circa 60 anni - la Strato è stata progettata nel 1953, la Les Paul nel 1952 - e che appartengono a un'altra era, antiquati forse, e che l'evoluzione del più "rivoluzionario" - e trasgressivo o meglio dire simbolo di trasgressione" - degli strumenti musicali è oggi "involuzione".

Troppi chitarristi attaccati alla tradizione, pronti a bocciare ogni novità, come se ci si potesse aspettare che nel 2011 le chitarre siano simili a quelle degli anni '50 del novecento. E' mai possibile tanta cecità?


Un marchio più di tutti sta andando verso il futuro, suscitando la desirione e le critiche dei soliti vecchi gufi che in tutti i campi, dalla scienza alla filolsfia, difendono ostinatamente e fino alla morte - speriamo quanto mai rapida - il vecchio e sorpassato contro il nuovo. Questo marchio si chiama Gibson - lo stesso della mitica Les Paul - che tramite il suo brand e il suo sotto-marchio Epiphone - altro mito della musica, acquisito da tempo da Gibson - sta creando le basi perché l'innovazione tanto attesa nel mondo della chitarra elettrica vada in porto.

Ci aveva provato anni addietro introducendo un'improbabile connessione Ethernet - sì! non è un errore di battitura, si tratta della connessione di rete - per connettere la chitarra al computer senza passare attraverso la scheda audio del pc ma incorporando una scheda audio all'interno del corpo della chitarra. E poi proponendo vari modelli di chitarre con accordatura Robo-Tuners - per accordare la chitarra automaticamente - conessione USB, scheda audio incorporata e effetti incorporati. Fate attenzione, per chi non lo sapesse, stiamo parlando di chitarre che possono essere collegate a un amplificatore come tutte le vecchie chitarre, solo che gli effetti sono integrati nella chitarra. Simulatori di amplificazione, chorus, distorsori, delay ecc ecc.

Tutto ciò ha avuto alcune evoluzioni, la Gibson Firebird X, venduta a circa 5000$, un vero gioiello, leggerissimo - unica pecca come tutte le altre "super-chitarre" non ha una versione mancina, io sono mancino ;-( -  la Epiphone Ultra-339, senza effetti on-board, con uscite stereo e mono per l'amplificatore, accordatura automatica, scheda audio on-board, venduta a meno di 600 euro e tra poco sul mercato, e da pochissimo, udite udite, la Les PAul Ultra-III caratteristiche simili alla 339 ma top della gamma. Ma per essere più precisi si sta assistendo a un passaggio di tutti i nuovi modelli verso il paradigma, accordatura robot e set di uscite stereo, mono e USB. Quindi aspettiamoci che tra un paio di anni tutti i prodotti Gibson in commercio saranno "2.0" e che gli altri marchi la seguiranno - forse anche la tardona Fender. E forse anche un modello Gibson/Epiphone mancino - altrimenti mi incazz...

Tutte queste chitarre - ricordiamo che ci sono altre chitarre USB di Line-6 e Behringer tra gli altri produttori - sono pensate sia per le performance dal vivo che per la registrazione senza passare per la microfonazione dell'amp, come oggi si fa negli studi di registrazione, direttamente al pc, senza neanche la necessità di una scheda audio. La Firebird X viene venduta con una serie di pedali di controllo, interfaccia per pc.

Io mi sento di dare il benvenuto alle chitarre del futuro. Voi no?

Google Chrome supera Mozilla Firefox a fine 2011

Chrome supera Firefox su base mondiale, insieme Chrome e Firefox passano IE di 10 punti percentuali.

TUTTO IL MONDO: IE 40,63% Chrome 25,69% Firefox 25,23%



In Italia il divario della somma di Firefox e Chrome nei confronti di IE è leggermente superione, Chrome sempre più vicino a IE, segue di solo dieci punti percentuali.

ITALIA: IE 36,52% Chrome 26,67% Firefox 25,98%

Google eBook nuova funzione note e evidenziatore

Google Books introduce una importante novità (finalmente diremmo) per tutti gli eBook del suo store, cioè quella di poter inserire note e evidenziare porzioni di testo. Per utilizzare questi nuovi strumenti bisogna accedere a uno dei propri libri dall'ebookstore e selezionare la porzione di testo che si vuole evidenziare o a cui si vuole aggiungere una nota e automaticamente apparirà il menù relativo alle funzioni sul testo, dove assieme a quelle già presenti da tempo, come la traduzione del testo selezionato, le ricerche nel testo, nel web (tramite Google naturalmente), su Wikipedia e la ricarca di definizioni dei vocaboli, troveremo anche "aggiungi nota" - si spiega da sola - e quattro piccoli pulsanti quadrati con i quattro colori che verranno usati a scelta per evidenziare porzioni di testo. Poi, le note e le porzioni di testo evidenziato potranno essere trovate tramite il menù nota che si apre cliccando sul pulsante a forma di nuvoletta dei fumetti che si trova in alto a destra della pagina insieme agli altri strumenti di Google eBook.

Facebook per Android più veloce con la nuova versione

Facebook aggiorna la propria app per dispositivi Android per renderla più veloce e pratica da utilizzare con le foto, i messaggi e la navigazione tra le applicazioni. La nuova versione promette di essere due volte più veloce con Foto e Album e rende più semplice "condividere le foto, vedere i commenti e editare le didascalie". Per quanto riguarda i messaggi
e le notifiche questi appariranno nella parte superiore della schermata eliminando la noiosa pratica di dover abbandonare la pagina che stiamo guardando per visionare e rispondere ai messaggi ricevuti. Il menù è stato spostato sul lato destro della schermata per accedere rapidamente ai News Feed, ai Gruppi e ai giochi.

Fonte | Facebook Blog

Google Chrome Beta Channel aggiornamento versione 16.0.912.63

La versione Beta Channel del browser Google Chrome si aggiorna alla versone 16.0.912.63 per Windows, Mac, Linux e Chrome Frame. La nuova versione introduce (era già prsente nel canale Dev) la sincronizzazione di tutti i bookmarks, le app e le estensioni in tutti i computer dove Chrome Beta Channel è installato ed è stato effettuato il login al proprio account. Naturalmente la sincronizzazione è selettiva, perché forse non vogliamo avere "tutto" su tutti i nostri computer, per ovvie questioni di privacy. Come nella versione Dev Channel è supportata la multi-utenza tramite un icono configurabile all'estrema sinistra della parte superiore del browser come vedete nell'immagine all'inizio di questo post, in modo da velocizzare e facilitare lo switch tra i vari account (profili) che abbiamo creato in Chrome.
Qui potete trovare il changelog della nuova versione beta.
Qui potete cambiare la versione del vostro browser scegliendo tra i canali stabile, beta e dev, e anche la Canary Build

Aggiornata Google Goggles alla versione 1.7 con alcune novità

Google Goggles, l'app di Google che utilizza al tecnologia di riconoscimento delle immagini e restituisce risultati pertinenti su quadri, luoghi e oggetti si aggiorna alla versione 1.7 e introduce alcune novità, tra le quali la più interessante mi sembra la possibilità di lavorare in modo continuo, rispetto a quello che è inquadrato dalla fotocamera dal dispositivo senza bisogno di premere il pulsante di scatto. Google Goggles continua a cercare in base a quello che "vede", funzione molto comoda (e quasi futuristica) che lavora bene con i libri, i prodotti, le opere d'arte. Rimane comunque presente la modalità "snapshot", per usare immagini continue ma a scelta dell'utente da usare ad esempio nelle gallerie d'arte e per tradurre testi in altre lingue. Altre novità sono il miglioramento nella ricognizione del testo, adesso Goggles ampia la sua "visuale" anche al resto della pagina dove il testo specifico è presente, in modo di determinare il contesto in cui esso appare, ad esempio se il testo è all'interno di una rivista, possiamo condividere il link alla rivista con i nostri amici, se questa è online. Migliorata anche la funzione dei suggerimenti dell'utente per affinare le ricerche.

Android Market, 10 miliardi di download e app scontate per festeggiare

L'Andorid market tocca quota 10,000,000,000!! Dieci miliardi di app scaricate, con la pazzesca media di un miliardo al mese negli ultimi 4 mesi. E, a quanto dicono i responsabili del market di Android, sono ancora i crescita.

Per celebrare questo traguardo, definito dal team ufficiale una pietra miliare, per i prossimi 10 giorni verranno offerti, in collaborazione con gli sviluppatori, alcune delle più richieste app a prezzi scontati.

ANDROID MARKET

WordPress 3.3 release candidate 2 pronta per la prova

A pochi giorni di distanza dal lancio della versione rc 1, il team di WordPress rilascia la versione rc 2 di WordPress 3.3, ciò significa che siamo vicinissimi al lancio ufficiale della versione stabile di WordPress 3.3. Con questa nuova release si è posto attenzione alla compatibilità e all'aspetto della nuova toolbar su tutti i browser più usati. Si aspettano gli ultimi riscontri da parte della comunità e soprattutto dagli autori di temi e plugin e poi, crediamo entro Gennaio 2012 la 3.3 verrà ufficialmente rilasciata.

Per testare WordPress 3.3 seguire il seguente indirizzo: http://wordpress.org/wordpress-3.3-RC2.zip, oppure la versione BETA TESTER per gli sviluppari di pugin qui: http://wordpress.org/extend/plugins/wordpress-beta-tester/

Nascondere l'identità, con Talis



Talis è una soluzione integrata che permette all'utente di mantenere un altissimo livello di privacy e anonimato. Impedendo ai male intenzionati il controllo sulla connessione dell'utente, quindi di conoscere quali siti sono stati visitati , e allo stesso tempo impedisce ai siti che sono stati visitati di avere informazioni sull'identità del navigatore.



Talis è un sistema operativo live che funziona da supporto ottico o da penna USB, basato su Debian e GNU/Linux, che funziona su due principi: amnesiac e incognito, in pratica impedisce la scrittura di qualsiasi informazione di navigazione sull'hard disk del sistema in uso girando interamente sulla RAM e quindi "azzerandosi" quando il sistema viene spento, e forza interamente la navigazione internet a instradarsi soltanto tramite il network TOR (network mantenuto da volontari che mantiene l'anonimato degli utenti), il tutto senza bisogno di una richiesta esplicita da parte dell'utente. L'alta compatibilità del sistema (basato su Debian) permette a Talis di girare in pratica su quasi tutti i pc o notebook in commercio a patto che non siano non troppo datati. Inoltre Talis utilizza i migliori tools di criptografia per segretare tutte le informazioni presenti nel sistema.

Quali tools di criptografia vengono usati da Talis
Innanzitutto la stessa penna USB o cd live di avvio vengono criptati utilizzando LUKS (Linux Unfied Standard Encription) il disk encryption creato da Clemens Fruhwirth.
La connessione HTTPS viene criptata utilizzando HTTPS Everywhere, l'estensione per il browser Firefox creata e mantenuta dalla Electronic Frontier Foundation.
Per i documenti e le email viene usato OpenPGP, uno standard del settore, associato a FireGPG in abbinamento all'uso di Firefox.
Anche l'instant messaging viene criptato con il tool OTR Off-the-Record Messaging che utilizza una combinazione di vari algoritmi e lavora in maniera integrata con Pidgin e Kopete.
Infine bisogno segnalare che alcune porzione di Tails sono basate su TrueCrypt altro big della sicurezza e della criptografia.

Talis è comunque un sistema operativo completo dove non mancano i software per fare un po' di tutto come OpenOffice per l'ufficio, Gimp per la grafica e il fotoritocco, Scribus per il desktop publishing, Audacity per registrare ed editare file audio, PiTiVi per il montaggio video, Brasero per la masterizzazione del CD/DVD e tantissimi altri software sia per l'uso ludico, lavorativo e naturalmente alcuni dei programmi preferiti dagli hacker come Aircrack per craccare le reti wireless ecc.

LINK:
Home Page di Talis - The Amesic Incognito Live System
Pagina informazioni di Talis

Cantare Facile rende gratuiti i 22 video tutorial sulle basi del canto



Cantare Facile è una Scuola di canto "virtuale" che offre percorsi di apprendimento dietro il pagamento di un abbonamento. Da pochi giorni, lo staff di Cantare Facile ha deciso di rendere gratuiti i 22 video tutorial del suo forse più noto percorso di studio: Imparare a cantare da zero.

Adesso chiunque, seguendo i link sottostanti, può seguire queste, senza dubbio molte interessanti, lezioni di canta online. Lo farò anch'io, anche se credo proprio che per me non ci sia niente da fare (sono troppo stonato ;-)).

I 22 video coprono vari argomenti e presentano parecchi esercizi e anche qualche concetto avanzato. Ecco le lezioni: 1. Imparare a Cantare - Da dove cominciare e come fare. 2. Consigli per cantare meglio. 3. Cosa un cantante non dovrebbe fare. 4. Respirare con il diaframma. La prima regola per cantare. 5. Come allenare il diaframma per cantare meglio. 6. Respirazione nel canto - Connessione tra voce e corpo. 7. Respirazione e l'importanza del Diaframma nel Canto. 8. L'Appoggio - Come respirare con il diaframma. 9. Il Sostegno - Come Respirare con il Diaframma. 10. Esercizio di respirazione con note. 11. Esercizio di gestione del volume. 12. Esercizio di controllo del Diaframma. 13. Esercizio per controllare il respiro. 14. Esercizio di sostegno del fiato. 15. Esercizio per il Diaframma. 16. L'attacco vocale morbido - Il primo suono nel canto. 17. L'attacco vocale duro. Il primo suono nel canto. 18. L'attacco vocale soffiato - Il primo suono nel canto. 19. Come trovare la tua estensione nel canto. 20. Come trovare la tonalità giusta prima di cantare una canzone. 21. Come migliorare l'intonazione - Sei calante o crescente? 22. Perché la mia voce registrata è diversa? Non ti piace la tua voce?

Microsoft annuncia la TV del futuro, sulla Xbox 360

Microsoft annuncia oggi, tramite il Microsoft News Center e The Official Microsoft Blog, quella che secondo lei è l'evoluzione della TV e dell'intrattenimento per i prossimi anni. A differenza delle altre compagnie che lavorano all'evoluzione dell'intrattenimento tramite TV, il futuro per Microsoft non passa attraverso nuovi apparecchi - per esempio la Apple TV o la Google Tv- ma attraverso un hardware già conosciuto e molto usato dagli utenti in tutto il mondo: l' Xbox.

"Una nuova era nel campo dell'intrattenimento inizia mettendo tutti i canali di intrattenimento in un unico posto, giochi, film, TV show, musica e sport." Dice don Mattrick, il presidente dell' Interactive Entertainment Business di Microsoft.

In pratica tutto avverrà con il nuovo update del sistema Xbox, che innoverà il controllo dei contenuti da parte degli utenti tramite Kinect con le gesture e soprattutto con il controllo vocale che secondo Microsoft sarà il vero agente del cambiamento.

I contenuti saranno offerti per il mercato globale dai partner di Microsoft nel settore dell'intrattenimento AT&T, ESPN, Hulu Plus, TELUS, BSkyB, CANAL +, FOXTEL per un totale di oltre 40 partner disponibili tramite Xbox Live.

I più seguiti su Twitter nel 2011

Twitter stila la classifica dei più seguiti sul suo social network, molte le celebrità dello spettacolo, dell'arte, della politica internazionale, si aggiudicano i primi posti nelle graduatorie per i mesi 2011.

La classifica si trova all'indirizzo: http://yearinreview.twitter.com/en/whojoined.html



Corsi di AdWords Online gratuiti by Google

Il corso è in italiano sotto forma di una serie di video tutorial sull'uso dettagliato delle parti dell'account personale dell'utente che influiscono sui risultati ottenuti con AdWords. Realizzato dallo stesso team di AdWords, pensato per il neofita, promette di insegnare l'uso degli strumenti del proprio account.

Il corso si trova alla pagina: https://googleemea.connectsolutions.com/p82438768/
Il post con cui il blog ufficiale italiano del teams AdWords, Dentro Adwords, presenta l'iniziativa si trova alla pagina: http://adwords-it.blogspot.com/2011/12/corsi-di-adwords-online-ricava-nuove.html

Numero Massimo di Canali Personalizati e Canali URL aumentano da 200 a 500

Il team Adsense (tramite il blog Inside Adesense Blog) annuncia di aver portato il numero massimo di canali personalizzati e canali URL attivabili nel proprio account da 200 a 500 per permettere agli utenti di avere statistiche più approfondite su formati, stili, tipi di annuncio, posizionamenti, targeting al fine di aumentare le entrate generate con i propri contenuti.

Consiglia inoltre di approfittare dell'avvicinarsi delle feste quando gli inserzionisti creano nuove campagne con targeting di posizionamento per rispondere alle più aggressive esigenze di mercato.

Fare soldi con Adsense su Blogger, nuova iniziativa Google [VIDEO]



Google stimolata a rispondere alle richieste di suggerimenti dettagliati utili per incrementare le performance di guadagno ottenute tramite Adsense su piattafarma Blogger, posta da più parti durante le varie tappe del  2011 BlogWork & New Media Expo, annuncia tramite il blog Blogger Buzz (The Official Buzz from Blogger at Google) la pubblicazione di una serie di post informativi su come si "deve" configurare Adsense su Blogger.com per ottenere i migliori risultati.

Nelle precedenti settimane era stata migliorata l'implementazione di Adsense all'interno del pannello di controllo utente di Blogger per meglio  integrare i due servizi e consultare le statistiche relative al singolo blog senza dover andare alla pagina di Adsense. Nei successivi post l'utente imparerà come ottenere il massimo da Adsense dalla propria interfaccia di Blogger, sperando che i suggerimenti elargiti non si limitino solo alle poco utili informazioni che già si trovano nelle guide di Adsense.

L'iniziativa su svolgerà sul blog Blogger Buzz durante le prossime settimane.

Fare Musica al PC: Più di 100 Video Tutorial in italiano di Home Recording



Qualche giorno fa ho trovato una risorsa di video tutorial in italiano sull'home recording veramente eccezionale. Si tratta del forum CubaseTutorial.it, un forum dedicato in particolare al software Cubase di Steinberg, ma molto utile anche per chi come me usa altri programmi per registrare e arrangiare la musica (Cakewalk Sonar nel mio caso).

Nella sezione videoteca del sito sono presenti più di cento video tutorial tutti in lingua italiana - una vera primizia - che trattano tantissimi argomenti spesso oscuri al neofita e anche a chi come me utilizza da un po' di tempo questi software. Tratta di tutto, equalizzatori, compressori, effetti vari VST, missaggio, masterizzazione, la registrazione. Insomma se siete interessati a questi argomenti avete smesso di cercare. CubaseTutorial.it è la cosa migliore che abbia mai trovato sull'argomento e i video tutorial in italiano sono fatti benissimo.

Potete anche iscrivervi al canale Youtube del forum e ricevere tutti gli aggiornamenti sui nuovi video inseriti, almeno due o tre a settimana da quando mi sono iscritto. e' anche presente una sezione biblioteca con vari articoli.  Ecco gli indirizzi:

VIDEOTECA:
http://www.cubasetutorial.it/cubase_home_recording/cubase_tutorial_home_recording.html

FORUM:
http://www.cubasetutorial.it

BIBLIOTECA:
http://homerecordingforum.cubasetutorial.it/

CANALE YOUTUBE CUBASETUTORIAL:
http://www.youtube.com/user/CubaseTutorialForum

Unica pecca, il volume dei video tutorial è un po' basso. Ma non si può avere tutto!


Rilasciata WordPress 3.3 release candidate 1



E' stata rilasciata la versione release candidate 1 di WordPress 3.3, ciò significa che tra non molto verrà rilasciata la versione stabile della nota piattaforma di personale publishing diventato col tempo sempre più simile a un content manager.

Potete scaricare WordPress 3.3 release candidate 1 dal link sotto:
http://wordpress.org/wordpress-3.3-RC1.zip

RFC in italiano, scarica i documenti ufficiali IETF sui protocolli e i comandi internet




RFC Project è un progetto italiano che ha l'obiettivo di tradurre nella nostra lingua le RFC (Request For Comment) ufficiali approvate dal' IETF (Internet Engineering Task Force), la comunità di tecnici, specialisti e ricercatori che si occupa dell'evoluzione tecnica di Internet e di promuovere e sviluppare gli standard della rete delle reti.

RFC Project ha finora tradotto 41 RFC tra le più importanti come quelle sui protocolli UDP, TCP, ICMP, ECHO, FTP, POP3, il tutorial TCP/IP (RFC 1180) ecc ecc.

Queste risorse, è evidente, sono importantissime per la comunità italiana di appassionati e aspiranti hacker, infatti ricordiamo che tutta la documentazione di Internet e tutti i migliori testi sono in lingua inglese e raramente tradotti. RFC cerca anche collaboratori per velocizzare il progetto di traduzione, se sei interessato fatti avanti cliccando sul link sotto.

SCARICA LE 41 RFC TRADOTTE IN ITALIANO

Vai al sito RFC Project

Vai alla pagina della collaborazione per le traduzioni

Archivio blog